Superiori caratteristiche fisiche, meccaniche e anche di resistenza al fuoco


Il legno è un materiale  ‘composito naturale’  dalle eccezionali caratteristiche fisiche e meccaniche, resistenza, elasticità, unita a leggerezza e bassa conduttività termica. Le moderne tecniche costruttive permettono di sfruttare queste proprietà per costruire case moderne (anche nel design) , solide e ad alta efficienza energetica. In più, le strutture in legno hanno elevatissime caratteristiche antisismiche.

Contrariamente a quanto si crede, una casa legno ha una elevata capacità di resistenza al fuoco. E’ vero infatti che, se esposto a fiamma diretta, il legno inizia a bruciare, ma raggiunti i 240°C ha inizio un processo di carbonizzazione dello strato esterno che protegge la parte più interna. Il legno richiede in realtà così un tempo molto lungo per bruciare in modo significativo oltre la superficie. E da un punto di vista della resistenza al calore generato dall’incendio, il legno mantiene infatti le proprie caratteristiche strutturali anche a temperature alle quali sia la muratura ma soprattutto il cemento armato già inizia a collassare. Inoltre, una volta costruita, la struttura in legno può essere protetta da pannellature in materiale inerte (gesso fibra) modo da raggiungere valori ancora più elevati di resistenza al fuoco (con certificazione REI)  

Isolamento termico, acustico e comfort abitativo


Grazie alla sua struttura cellulare, Il legno isola naturalmente dal caldo e dal freddo, con una conducibilità termica di meno di un decimo rispetto al cemento e comunque con una ottima inerzia termica. Questo si traduce in una capacità naturale di climatizzazione degli ambienti, e quindi una minore necessità di ‘correggere’ le caratteristiche dell’ambiente interno mediante impianti di riscaldamento e condizionamento (e relativi costi di esercizio).

Il legno è poi un naturale regolatore di umidità oltre che essere traspirante, antibatterico e anallergico: se opportunamente combinato ai materiali di rivestimento riduce fortemente il rischio di  formazione di condensa e muffe.

La struttura portante in legno (sia nelle pareti che nel tetto) si sposa poi perfettamente all’abbinamento con materiali  isolanti come la fibra di legno e la fibra di cellulosa, permettendo così di raggiungere elevatissimi valori di isolamento e inerzia termica, da quelli di ‘Classe A’ fino a quelli richiesti per la certificazione di casa ‘passiva’.

Allo stesso modo, la combinazione delle pareti in legno con materiali resilienti (come la fibra di cellulosa insufflata) permette di attenuare in modo molto efficace i suoni e le vibrazioni, rendendo la casa estremamente silenziosa e rispettosa dei più stretti criteri di protezione acustica di legge.
 

Rapidità ed efficienza della costruzione


Il legno permette di costruire una casa in un tempo molto più ridotto rispetto ai sistemi tradizionali. Travi e pareti sono tagliati in falegnameria ed eventualmente pre-assemblati in funzione delle esigenze di progettazione e di cantiere.

Le elevate proprietà meccaniche termiche ed acustiche consentono di realizzare pareti meno spesse a parità di efficienza energetica, permettendo di recuperare molta superficie calpestabile.

La struttura autoportante in legno permette anche facilità a realizzare variazioni in corso d’opera o in tempi successivi: aggiunta o rimozione di pareti, porte o finestre, escludendo pericoli di crollo e limitando i disagi tipici di questi interventi quando realizzati in case in muratura (polvere, detriti ecc.).